Come Applicare Smalto alle Unghie

Le mani, come il viso, sono sempre in primo piano e tenerle ordinate ed eleganti è fondamentale per l’intera riuscita del look. La nail art è sempre affascinante ma spesso complicata, in questo caso propongo una tecnica semplice ed economica ma non meno bella rispetto alle più elaborate. La tecnica ombre’ donerà ad ogni unghia la propria tonalità.

Come prima cosa si deve versare il colore bianco sul supporto in plastica adibito a tavolozza (a questo scopo va bene un fogliettino trasparente o un piatto liscio). Bastano cinque o sei gocce di smalto bianco ed una di smalto colorato a scelta. Quest’ultimo dev’essere di un colore scuro e preferibilmente non con brillantini. Queste gocce vanno mescolate assieme con un pennellino fino a rendere il tutto omogeneo.

Il colore così miscelato sarà la tonalità più chiara e si può scegliere da quale dito applicarla, se dal mignolo o dal pollice (sostanzialmente il risultato finale sarà poco difforme). Applicato sul primo dito la tonalità più chiara, la si deve stendere anche sullo stesso dito nell’altra mano. A questo punto un’ulteriore goccia di colore scuro va aggiunto al resto, avanzato dalla precedente miscelazione. In questa fase è importante fare attenzione a non macchiare i vestiti, visto che la pulizia non è semplice. Se succede, è possibile seguire questa guida su come togliere smalto dai vestiti.

Ottenuto una nuova tonalità di colore, resa omogenea mescolando, la si deve applicare conseguentemente al dito accanto rispetto a quello già trattato. Qualora il colore della prima mano non si rivelasse sufficientemente coprente, occorre attendere prima l’asciugatura e poi si può continuare con l’elaborazione di una nuova tonalità. Procedendo conseguentemente con nuove gocce di colore e quindi con toni sempre più scuri, la mano viene completata e si ottengono toni gradienti dello stesso colore, elegantemente predisposti dal più chiaro al più scuro.

Come Scegliere Pennelli per Trucco

Ombretti, fard, rossetti e tutto quello che serve per realizzare un make-up impeccabile. Per ognuno di questi prodotti considerati indispensabili per prendersi cura della propria bellezza, ce n’è almeno uno che serve per applicarlo, sfumarlo e migliorarne la resa. Parliamo dei considdetti “strumenti per il trucco”, categoria che comprende piumini, spugnette, ma soprattutto pennelli.

Fino a poco tempo fa, nel nostro beauty al massimo c’era un pennello a spugnetta, di quelli utilizzati per applicare l’ombretto, dati spesso in dotazione nelle palette e uno da blush, perchè sul tema pennelli si era molto impreparati. Negli ultimi tempi con il moltiplicarsi dei video tutorial che trattano l’argomento, la collezione pennelli di molte di noi si è aggiornata e rinnovata.

Per adattarsi a queste nuove esigenze, molte case cosmetiche che avevano trascurato il tema, sono state obbligate ad aggiornare e integrare i loro cataloghi introducendo dei nuovi strumenti del make-up. Vediamo allora di saperne di più. I pennelli possono essere distinti in: 1)pennelli con setole naturali; 2) pennelli con setole sintetiche; 3) pennelli in microfibra. I primi vengono utilizzati per applicare cosmetici in polvere libera o compatta ovvero cipria, fard e ombretti mentre quelli sintetici, sono l’ideale per stendere prodotti cremosi e pastosi quali correttori, fondotinta e fard in crema. Ciò perchè le setole antificiali attingono il prodotto senza assorbirlo, e quindi lo rilasciano interamente sul viso.

L’ultima novità in questo campo, sono i pennelli in microfibra che pur essendo sintetici, sono realizzati sfruttando la medesima tecnica utilizzata per lavorare le fibre ottiche, per cui hanno caratteristiche e funzioni simili a quelli muniti di fibre naturali. A seconda della loro forma sono utilizzati per uno scopo piuttosto che un altro.

Parliamo dei pennelli da occhi. Quello inclinato con la punta sottilissima è l’ideale per applicare l’eyelier in gel, quello piatto con setole morbide va bene per applicare l’ombretto sulla palpebra mobile, quello “a penna”, per applicare l’ombretto sulla piega dell’occhio e quello più folto per creare ombre e sfumature su tutta la palpebra. C’è poi quello a forma di scovolino, utile per prendersi cura delle ciglia, da utilizzare anche per applicare oli rinforzanti come l’olio di ricino usato proprio per infoltirle.

Per applicare il rossetto, si utilizzano invece pennelli più rigidi e piccoli, utili soprattutto per sfumare il prodotto e prolungarne la durata. Per quanto riguarda il viso, abbiamo i pennelli per applicare la cipria, che sono molto ampi e folti e possono sostituire il classico piumino e quelli per sfumare terra e blush, che possono essere angolati per evidenziare gli zigomi oppure piatti per applicare l’illuminante.

Ci sono poi quelli da fondotinta di varie tipologie: da quello piccolo e panciuto, a quello piatto fino a quello con setole bicolor, realizzato sia con setole sintetiche che con setole naturali, utile per garantirsi una stesura omogenea e priva di righe. Possiamo acquistarli singolarmente oppure prediligere il set completo, che presenta da un minimo di 6 a un massimo di 30 pennelli.

Nel primo caso, non sarà certamente una spesa per così dire low cost mentre nel caso del set, soprattutto sul web, è possibile trovare offerte vantaggiose e portarsi a casa una linea completa con tanto di porta pennelli in un’unica soluzione. Ma è sempre meglio iniziare, se simo principianti, da un set molto piccolo con al massimo 15 pennelli, lasciando quello da 20 o 30 ai professionisti.

Errori da non Fare con il Mascare

Possiamo uscire senza aver realizzato una base perfetta o senza aver applicato la matita, ma basta spennellarlo sulle ciglia per avere l’impressione di essere già a posto così. Il mascara è uno dei cosmetici da cui non si può prescindere quando si realizza qualsiasi tipo di make-up; solo grazie a lui possiamo intensificare e approfondire lo sguardo rendendolo molto più interessante. Abbinato alla matita e all’eyeliner, aggiungendo e intensificando una nuance scura come il nero, riesce a rendere lo sguardo magnetico e accattivante. Quali sono gli errori più comuni che si fanno quando si applica il mascara?

l primo è sicuramente quello di metterne troppo: si crede erroneamente che applicarne 3-4 strati porti ad intensificare il colore approfondendo ancora di più l’occhio. Niente di più sbagliato. In realtà, essendo una crema il prodotto secca rapidamente, per cui applicandone a distanza di qualche minuto più strati, si induriscono i peli creando un effetto “cementificato”. Perdendo la forma originaria, le ciglia assumono un aspetto plastificato molto poco naturale. per non parlare del rischio, a lungo andare, di rovinare le ciglia favorendone la caduta.

Altro errore molto frequente consiste nell’applicarlo in modo sbagliato: si parte dalla direzione errata stendendolo in senso perpendicolare allo specchio. Ciò vuol dire che si parte dal centro e si “tira” verso l’alto. Invece la direzione giusta è questa: partendo dalla zona centrale scuotete lo scovolino, realizzando movimenti a zig-zag mentre pettinate le ciglia applicandovi il prodotto, per poi spingervi verso l’area esterna dell’occhio fino alla parte finale. Su quest’ultima zona non lavorate con la prima parte dello scovolino ma con la sua estremità. In questo modo anche con una sola passata, lo sguardo risulterà più intenso ma resterà naturale.

Un quesito che per molte resta sospeso riguarda le ciglia inferiori: qui il prodotto va aplicato o no? In genere se ne applica una minima quantità, per completare il lavoro senza esagerare e utilizzando solo la punta dello scovolino. E’ un utile escamotage per ampliare lo sguardo soprattutto se avete occhi piccoli e infossati altrimenti, nel caso di occhi sporgenti meglio evitare. Per migliorare la resa del nostro mascara, sarebbe bene modellare le ciglia con uno strumento specifico. Parliamo del piegaciglia, che è molto utile in caso di ciglia particolarmente corte e rigide.

Come Realizzare un Make Up da Cerimonia

Dovete partecipare ad un grande evento oppure ad una cerimonia e non sapete che trucco realizzare. Niente paura, con qualche semplice consiglio è possibile realizzare in pochi minuti un trucco elegante e raffinato, adatto alle grandi occasioni.

Applichiamo con un pennello specifico un fondotinta coprente, a lunga tenuta senza trascurare il collo e la palpebra. Gli occhi saranno soft ma luminosi: applichiamo una base perlescente in crema. Fissiamo la base con un pennello da sfumatura, applicando un mix di ombretti dalle tonalità naturali che virino dal crema al beige. Prendiamo una matita marrone e bordiamo l’occhio e con un pennellino a penna, lavoriamo la matita portandola verso l’esterno.

Nella parte esterna della palpebra inferiore andremo ad applicare la stessa matita mentre all’interno dell’occhio per intensificare lo sguardo applicheremo quella nera. Applichiamo un ombretto nero matt, con un pennello obliquo all’esterno delle ciglia, sia nella rima superiore che inferiore. Stemperiamo il tutto con un pennello più ampio, da sfumatura. Applichiamo un ombretto beige più scuro nei pressi della piega dell’occhio per definirla ulteriormente.

Sistemiamo le sopracciglia e applichiamo le ciglia finte e delle ciglia individuali sulla zona esterna. Lo sguardo risulterà molto più accattivante e approfondito. Applichiamo un correttore liquido, leggero dalle proprietà idratanti e fissiamolo con un ombretto chiaro. Infoltiamo le ciglia con un mascara volumizzante insistendo sulla zona esterna, in modo da ottenere un effetto allungante.

Con un correttore camouflage, andremo a coprire tutte le imperfezioni della pelle che non sono state cancellate dal fondotinta. Fissiamo il tutto con una cipria leggera e tamponiamola con un piumino. In genere le star che sfilano sul red carpet, applicano molta cipria proprio per ottenere una pelle “effetto velluto” per cui abbondate!
Con una terra e un blush creiamo un contouring per scolpire zigomi e fronte. Applichiamolo sull’osso dello zigomo, ai lati del naso, e nei pressi dell’attaccatura dei capelli. Sfumiamo un tocco di illuminante in alcune aree del viso: sotto l’arcata sopraccigliare, lungo il dorso del naso, sull’arco di cupido e sulla fronte.

Le guance saranno messe in luce da un blush rosa baby. Le labbra saranno sobrie e le definiremo con una matita color carne e con un pennello apposito stendiamo un rossetto matt dai toni naturali ma di una nuance leggermente più intensa. Illuminiamole con un velo di gloss al centro.

Come Truccare un Viso Lungo con Occhi Ovali

A seconda della conformazione del viso e della forma dei nostri occhi, è possibile creare un make up su misura. Fondamentale importanza ce l’ha anche la scelta del taglio di capelli: con una frangia scalata e un taglio corto e scalato si conferisce al viso una maggiore armonia. Potete anche giocare d’astuzia preparando una buona base e correggendo il volto allungato andando a creare intorno al viso un gioco ottico fatto di luci ed ombre.

Il trucco è sempre lo stesso: occorre scurire il contorno del viso, la parte alta della fronte, le guance e la punta del mento con una terra o un fard sui toni del marrone.

Naturalmente sul contorno del nostro ovale andremo ad utilizzare un prodotto che dovrà essere di una tonalità più chiara rispetto a quello usato sul resto del volto. In questo modo creeremo un fascio di luce solo nell’area centrale del volto “accorciandolo” otticamente.

Risulta essere giunto adesso il momento del make up. Per una donna che ha la carnagione chiara e i capelli ramati, optiamo per ombretti sui toni del borgogna o del verde smeraldo abbinati a un rossetto dai toni aranciati o ramati. Per completare applichiamo un mascara volumizzante nero e un blush pescato o ramato. Ecco a voi un make up dal carattere aggressivo ma efficace che riuscirà a minimizzare le caratteristiche di un viso con occhi ovali e particolarmente allungato.