Come Decorare la Casa con Uova Gioiello

Procurati delle uova in polistirolo sia piccole che grandi, e dopo avere fatto un buchino alla sommità dell’uovo nel centro, infila un capo del filo di passamaneria del colore e dello spessore che preferisci e fissalo con uno spillo; per un uovo grande(cm 13 circa di altezza) è preferibile della passamaneria grossa perchè cresce prima. Tieni l’uovo dalla parte bassa, e con il pennello passa la colla vinilica non diluita sulla prima metà dell’uovo.

Inizia, partendo dalla punta, ed avvolgi la passamaneria bella stretta, in modo circolare, schiacciandola con le dita, per farla aderire bene alla superficie dell’uovo. Per incollare la parte inferiore prendi delicatamente la sommità già rivestita, spennella di colla la parte bassa e prosegui posizionando la passamaneria come sopra; finisci di rivestire l’uovo fissando la parte finale del cordoncino in un buchino nella zona centrale inferiore dell’uovo.

A questo punto rifinisci l’uovo come meglio credi; puoi applicargli dei fiocchetti, dei fiorellini, degli strass, tutto quello che ti suggerisce la fantasia andrà benissimo. Completa l’opera fissando sulla cima dell’uovo, o un nastrino colorato eun filo di lenza trasparente abbastanza lungo da essere appeso al soffitto o ad una trave (oggettistica da soffitto), oppure su una finestra o ad una parete.

Un’idea brillante per le uova piccole è quella di rivestirle di paillettes colorate. Prendi uno spillino, infilaci una perlina colorata trasparente, poi una paillette e fissalo sull’ovetto, iniziando dal centro della sommità, poi continua in modo circolare, fino a ricoprirlo completamente. Prepara una piccola colonia di ovetti multicolori e a gruppi di tre disponi queste gemme preziose sulla tavola imbandita

Come Ottimizzare Android con Clean Master

Il tuo smartphone con sistema operativo Android inizia a dare qualche problemino. Le prestazioni non sono più quelle di una volta, così hai deciso di formattare il cellulare. Ci hai provato, ma ancora non sei riuscito a risolvere il problema. Forse è il caso che utilizzi un programma come Clean Master, un’applicazione adatta a tutti per ottimizzare Android in men che non si dica. Vediamo subito di cosa si tratta.

Clean Master è un software molto utile per liberare lo spazio sul tuo smartphone o tablet. Il servizio non necessita di alcun root ed è semplicissimo da usare. Rispetto ad i vari programmi che si trovano su Google Play Store, Clean Master dispone di un’interfaccia intuitiva e facile. Accedendo alla sezione History si può accedere alla schermata dove puoi rimuovere la cache dei browser.

Nella sezione Residual Files si possono trovare i file che il telefono lascia a metà. Ciò vuol dire che se hai disinstallato un’applicazione dal cellulare e ci sono ancora dei file di essa, Clean Master provvederà a rimuovere il tutto in pochi secondi. Puoi dare un’occhiata ad i file prima di eliminarli: seleziona quelli da cancellare inserendo il segno di spunta e premi su Clean.

Clean Master è l’applicazione migliore per l’ottimizzazione del tuo dispositivo Android. Ecco le caratteristiche di cui dispone:

Ottimizzazione memoria/task kill – ottimizzare applicazioni e giochi è semplicissimo con Clean Master.
Pulisci – elimina inutili file e cache che portano via prezioso spazio.
Privacy – proteggi i tuoi dati personali eliminandoli dal tuo dispositivo.
Gestione applicazioni – sposta le applicazioni sulla scheda SD, rimuovi applicazioni preinstallate e salva i file APK.

Le applicazioni su un dispositivo occupano gradualmente sempre più memoria e ciò interferisce con le prestazioni. Per risolvere il problema, l’applicazione Clean Master per Android trova i file generati dalle applicazioni che monopolizzano la vostra memoria ed aiutano a sbarazzarsene.

Clean Master ha ricevuto numerosi voti positivi da tantissime testate importanti.

Se si vogliono alternative, è possibile vedere questa guida su Iltelefonico.com, in cui sono segnalate applicazioni simili.

Come Scegliere un Ombretto

Sono infinite le varianti di colore che si possono scegliere quando si acquista un ombretto. Essendo un cosmetico indispensabile per mettere in risalto l’iride e incorniciare nel modo giusto lo sguardo, l’ombretto va scelto prestando molta attenzione ad una variabile che è il colore. La Teoria dei Colori, ci suggerisce che a seconda del colore degli occhi e dei capelli, oltre che dell’incarnato si può prediligere una nuance piuttosto che un’altra. Eppure, secondo molte make-up artist, la regola da rispettare è non seguirne nessuna!

Questo vuol dire che per scovare le tonalità e il tipo di make-up occhi, che più valorizza il nostro sguardo, la cosa migliore da fare resta quella di sperimentare più strade, giocando con i colori. Perchè il trucco tutto sommato serve proprio a questo: a divertirsi!

Quindi mettetevi allo specchio e dopo ripetute prove, abbinando ombretti diversi e gli stessi a diverse varianti di rossetto, cercate di capire qual è il trucco che vi dona di più. Ogni volta che terminate un trucco occhi, armatevi di macchina fotografica e immortalate il tutto in modo tale che alla fine del “gioco” potrete fare dei raffronti e scegliere con molta più semplicità gli ombretti che esaltano di più le vostre caratteristiche fisiche.

Ricordate però che esistono delle regole fondamentali da rispettare. Prima di tutto il trucco giorno è diverso da quello serale: di giorno, prediligete nuances naturali e sobrie mentre di sera osate con ombretti shimmer, glitter e colori vivaci, soprattutto adesso che è estate.

Altro elemento da tenere in considerazione è: quando la pelle è soda e priva di rughe, potete utilizzare gli ombretti in polvere o i pigmenti liberi, soprattutto se satinati ma quando la pelle è “matura” e rugosa, bisogna prediligere ombretti cremosi, evitando quelli in polvere soprattutto se dal finish sheer perchè metterebbero ancora di più in risalto i segni del tempo.

Come Scegliere Occhiali da Vista

Rappresentano un accessorio irrinunciabile per chi ha problemi alla vista, ma può rivelarsi anche un ottimo alleato per chi ama essere sempre di tendenza e al passo con i tempi. Parliamo degli occhiali e delle modalità con cui andrebbero scelti. Prima regola da rispettare: gli occhiali vanno selezionati in base alla forma del nostro viso che deve essere in contrasto con la loro forma. Questo vuol dire che a un viso ovale o rotondo vanno abbinati degli occhiali squadrati, dalla forma rettangolare o comunque dotati di spigolature evidenti mentre a un viso allungato, si addicono di più degli occhiali con lenti arrotondate dalla forma più morbida.

Altro trucco per scegliere al meglio gli occhiali, deve tenere in considerazione la forma degli occhi: se abbiamo occhi troppo piccoli, meglio evitare occhiali dalle lenti altrettanto piccole perchè li rimpicciolirebbero ancora di più. Se invece il vostro problema resta quello della palpebra cadente e degli occhi che volgono verso il basso, gli occhiali che fanno per voi sono quelli “a farfalla”.
Viceversa gli occhi grandi e rotondi possono essere valorizzati da occhiali dalle proprorzioni medie o piccole, ma sempre caratterizzati da angoli prominenti.

Considerando poi il colore degli occhi e dei capelli è possibile prediligere alcuni modelli piuttosto che altri. Se siamo brune e abbiamo una carnagione scura, meglio evitare di indossare occhiali dalla montatura nera, blu, grigia o marrone ovvero di nuances troppo scure che tenderebbero ad appiattire e a intristire i lineamenti.

Prediligiamo invece tonalità più vivaci come il rosso, il verde o il fucsia che illuminano l’incarnato conferendo maggiore dinamicità. La montatura scura è invece l’ideale per le bellezze nordiche, dalla pelle di luna e dagli occhi chiari perchè conferiscono carattere e rendono l’aspetto più interessante. E la pettinatura? Quanto conta? Per chi porta la frangia, l’ideale sarebbe un’occhiale meno tondeggiante, che non copri le sopracciglia per evitare di ingombrare troppo la zona della fronte e dare scarsa attenzione agllo sguardo, soprattutto nel caso in cui si ha la fronte bassa.

Come Applicare Smalto alle Unghie

Le mani, come il viso, sono sempre in primo piano e tenerle ordinate ed eleganti è fondamentale per l’intera riuscita del look. La nail art è sempre affascinante ma spesso complicata, in questo caso propongo una tecnica semplice ed economica ma non meno bella rispetto alle più elaborate. La tecnica ombre’ donerà ad ogni unghia la propria tonalità.

Come prima cosa si deve versare il colore bianco sul supporto in plastica adibito a tavolozza (a questo scopo va bene un fogliettino trasparente o un piatto liscio). Bastano cinque o sei gocce di smalto bianco ed una di smalto colorato a scelta. Quest’ultimo dev’essere di un colore scuro e preferibilmente non con brillantini. Queste gocce vanno mescolate assieme con un pennellino fino a rendere il tutto omogeneo.

Il colore così miscelato sarà la tonalità più chiara e si può scegliere da quale dito applicarla, se dal mignolo o dal pollice (sostanzialmente il risultato finale sarà poco difforme). Applicato sul primo dito la tonalità più chiara, la si deve stendere anche sullo stesso dito nell’altra mano. A questo punto un’ulteriore goccia di colore scuro va aggiunto al resto, avanzato dalla precedente miscelazione. In questa fase è importante fare attenzione a non macchiare i vestiti, visto che la pulizia non è semplice. Se succede, è possibile seguire questa guida su come togliere smalto dai vestiti.

Ottenuto una nuova tonalità di colore, resa omogenea mescolando, la si deve applicare conseguentemente al dito accanto rispetto a quello già trattato. Qualora il colore della prima mano non si rivelasse sufficientemente coprente, occorre attendere prima l’asciugatura e poi si può continuare con l’elaborazione di una nuova tonalità. Procedendo conseguentemente con nuove gocce di colore e quindi con toni sempre più scuri, la mano viene completata e si ottengono toni gradienti dello stesso colore, elegantemente predisposti dal più chiaro al più scuro.