Come Comportarsi Durante un Temporale

Se, durante un temporale, ci troviamo all’aperto o anche al sicuro nelle nostre case, ecco alcuni consigli su cosa fare. Un temporale può essere molto pericoloso per la nostra incolumità. Vi sono alcune cose che dovremmo assolutamente sapere e che vale la pena ricordare.

Se, durante un temporale, siamo in casa, chiudiamo porte e finestre. Non sono insoliti i casi di fulmini che entrano in luoghi chiusi, anche se ci sembra strano. Stacchiamo apparecchi elettrici, come televisioni, computer, modem e anche i telefoni fissi, che sono ottimi conduttori per i fulmini. Cerchiamo comunque di evitare attività che abbiano a che fare con apparecchi elettrici, come stirare, telefonare, ecc. Evitiamo anche l’acqua corrente, quindi meglio non fare docce e bagni e neppure lavare i piatti durante un temporale!

Se siamo fuori. Il pericolo maggiore, in caso di temporali, lo corriamo se siamo all’aperto. Evitiamo di rifugiarci sotto gli alberi, specie se sono isolati. Se proprio vi siamo costretti, per esempio perché stiamo camminando in un bosco, cerchiamo di evitare almeno quelli dalle cime più alte, privilegiando magari i cespugli del sottobosco. Cerchiamo di mantenere una posizione accovacciata, il meno possibile a contatto col terreno. Se siamo in altura cerchiamo di scendere il più velocemente possibile e di trovare un luogo più riparato. Se non possiamo farlo, accovacciamoci. Togliamo, se li indossiamo, gli oggetti metallici come collanine, braccialetti, orologi: il metallo è un ottimo conduttore di elettricità, come tutti sappiamo. Per lo stesso motivo, in montagna facciamo attenzione a picchetti, bastoni metallici e, in ogni caso, anche a ombrelli con la punta metallica. Se si è in comitiva, è meglio separarsi e non creare massa. Tenetevi lontani dai tralicci dell’alta tensione, dalle costruzioni alte e svettanti come i campanili, le torri, ecc.

Se si è in acqua. Se siamo dentro l’acqua, al mare, in un fiume o in un lago, ma anche in piscina, tiriamocene fuori al più presto: anche l’acqua è un ottimo”attira fulmini”. Allo stesso modo, allontaniamoci dalle rive. Se stiamo pescando, usciamo dall’acqua e non usiamo la canna da pesca, altro ottimo conduttore. L’auto è uno dei luoghi più sicuri in cui ci possiamo rifugiare, con i finestrini chiusi

Come Comportarsi in America Latina

Il Brasile, l’Argentina, il Perù e l’Uruguay sono tra i Paesi dell’America Latina più folkloristici. Basta pensare al famosissimo carnevale di Rio in Brasile. Gli abitanti di queste stupende terre amano tanto fare festa e cantare. Segui i passi successivi per osservare alcune regole di bon ton che ti potranno essere utili in questi luoghi.

Se vai in Argentina devi sapere che molti abitanti capiscono la lingua italiana. Infatti due argentini su tre hanno almeno un nonno italiano. Evita perciò di mandare a quel paese qualcuno pensando di non essere capito. Anche in questo Paese dell’America Meridionale regna la corruzione. In Perù, quando entri in una casa, in un ristoro o raggiungi un gruppo di gente, devi salutare sempre per primo.

Se ti trovi in Perù proprio la notte di San Silvestro ricorda che si usa indossare biancheria intima gialla e non rossa. L’abbigliamento tipico dei Peruviani è molto colorato e vivace; indossa anche tu vestiti con colori vivi ed evita il nero ed il blu totale. Sugli altopiani ci sono indigeni che difficilmente capiscono lo spagnolo o l’italiano, esprimiti con gesti semplici e mai equivoci. Evita di fissare qualcuno direttamente negli occhi a lungo.

In Brasile i poveri sono tanti e la miseria è diffusa; non fare fotografie di luoghi o situazioni in cui questo stato di povertà è molto evidente. Stai attento a non fare il segno “ok” con il pollice e l’indice a cerchio; è considerato un gesto estremamente volgare.

Come Comportarsi in Africa Equatoriale

Le popolazioni africane sono molto ospitali e disponibili. E’ facile integrarsi nella loro quotidianità, partecipare a feste e momenti comunitari, nonostante siano afflitte da povertà, lotte tra etnie e dittature. E’ sempre bene conoscere alcuni usi prima di intraprendere un viaggio verso questi meravigliosi Paesi.

Il consumismo e l’esibizione di denaro è offensiva. Un uso comune a tutta l’Africa è il mangiare con le mani. Se sei ad un pranzo, non meravigliarti se il padrone di casa strappa un pezzo di pane, lo intinge nel sugo del tegame, da cui raccoglie un boccone e te lo offre con le mani. Non rifiutare mai il cibo che ti viene offerto.

Chiedi sempre il permesso prima di scattare una foto ad una persona. In Namibia quando incontri qualcuno devi salutare alzando entrambe le mani con i palmi aperti in avanti. Questo gesto vuol dire “pace”. La stretta di mano avviene in tre fasi: stringi la mano (“come stai?”), poi afferra il pollice (“bene e tu?”), infine stringi di nuovo la mano (“anch’io grazie?”). Devi porgere e ricevere qualunque cosa con la mano destra, sorretta dalla sinistra all’altezza dell’avambraccio, facendo una sorta di inchino.

In Kenia, se ti trovi in un ristoro, non schioccare le dita per chiamare il cameriere, ma fai un cenno con la mano e chiamalo steward. In alcuni villaggi in cambio di una ripresa con la telecamera è bene laciare qualcosa in denaro, per contraccambiare la disponibilità. In Mozambico e Zimbabwe quando entri in casa di qualcuno rivolgiti sempre prima al capofamiglia. Nella Repubblica Sudafricana la maggioranza nera è molto povera e la minoranza bianca è ricca, quindi la tensione tra etnie è elevata. Usa sempre tanto buon senso.

Come Comportarsi in Oceania

Paese che vai gente che trovi! Le diversità culturali, etniche, alimentari, politiche, economiche, spirituali e religiose sono davvero una caratteristica dell’Oceania. E’ meraviglioso scoprirle, magari con un bel viaggio in questa Terra. Segui i passi successivi per conoscere il comportamento migliore da adottare.

In diverse Isole dell’Oceania manca l’approvvigionamento idrico per lunghi periodi: cerca di evitare spreco di acqua. In Papuasia-Nuova Guinead devi essere molto diplomatico ed avere un atteggiamento di ascolto perchè ci sono circa 870 lingue diverse. Nell’Oceania Francese gli indigeni sono molto orgogliosi della loro cultura e nutrono un sentimento di amore-odio nei confronti degli Europei.

Nelle Isole Samoa Occidentali i missionari protestanti hanno inculcato ai nativi le regole vittoriane. La domenica, per legge, è vietato svolgere un’attività produttiva, tipo pescare e nuotare. Non mangiare davanti a un Samoano stando in piedi. Con l’eccezione delle Isole Fiji e Tonga, non si lasciano mance.

Se ti trovi in Vanatau, attenzione a non sbagliare lingua quando rivolgi la parola a qualcuno. Questo Paese è stato colonizzato da Inglesi e Francesi e oggi è ufficialmente bilingue, ma dietro a ognuno dei due gruppi linguistici si nascondono risentimenti storici. Nelle Isole Tonga la domenica è sacra, lo sancisce la costituzione. Infatti sono previste sanzioni per chi esercita attività commerciali o sportive in questo giorno. L’ombrello si usa per ripararsi dal sole: quando piove si esce per bagnarsi e rinfrescarsi.

Come Comportarsi in Asia Centrale e Meridionale

Stai per intraprendere un viaggio in Asia? Leggi, nei passi successivi, quali sono le regole di bon ton da seguire in un Paese così vasto ed eterogeneo. Infatti molte sono le popolazioni che lo abitano, come tante sono le diversità culturali, spirituali, politiche ed

Se ti trovi nelle Repubbliche ex sovietiche dell’Asia centrale, devi avere il massimo rispetto per i costumi. In Bhutan usa molta discrezione nel vestirti, per il fatto che da troppo poco tempo c’è, in questo Paese, una cultura del turismo. Quindi evita assolutamente minigonne o vestiti attillati.

In India prima di sbilanciarti in critiche o commenti, accertati con chi stai parlando. Infatti ci sono numerosi conflitti politici,. L’atteggiamento verso il turista può passare da una estrema cordialità alla diffidenza. Se sei in una casa privata e vai in bagno, non chiedere la carta igienica. Infatti ci si lava con acqua corrente e con la mano sinistra.Tra amici dello stesso sesso è normale passeggiare mano nella mano, mentre devi evitare contatti fisici con persone dell’altro sesso.

Si mangia con le mani per gustare meglio il cibo: se sei ospite, non farlo vuol significare diffidenza. Non toccare assolutamente i brahmini. In Nepal non devi scavalcare i piedi o il corpo di una persona, ma devi girarle intorno. Non rivolgere le punte dei piedi a qualcuno di fronte a te. Non offrire qualcosa solo con la mano sinistra, ma con la destra o con entrambe le mani. Nello Sri Lanka non mangiare o porgere oggetti con la mano sinistra. Quando entri nei templi togli le scarpe ed il cappello.