Come Scegliere Pennelli per Trucco

Ombretti, fard, rossetti e tutto quello che serve per realizzare un make-up impeccabile. Per ognuno di questi prodotti considerati indispensabili per prendersi cura della propria bellezza, ce n’è almeno uno che serve per applicarlo, sfumarlo e migliorarne la resa. Parliamo dei considdetti “strumenti per il trucco”, categoria che comprende piumini, spugnette, ma soprattutto pennelli.

Fino a poco tempo fa, nel nostro beauty al massimo c’era un pennello a spugnetta, di quelli utilizzati per applicare l’ombretto, dati spesso in dotazione nelle palette e uno da blush, perchè sul tema pennelli si era molto impreparati. Negli ultimi tempi con il moltiplicarsi dei video tutorial che trattano l’argomento, la collezione pennelli di molte di noi si è aggiornata e rinnovata.

Per adattarsi a queste nuove esigenze, molte case cosmetiche che avevano trascurato il tema, sono state obbligate ad aggiornare e integrare i loro cataloghi introducendo dei nuovi strumenti del make-up. Vediamo allora di saperne di più. I pennelli possono essere distinti in: 1)pennelli con setole naturali; 2) pennelli con setole sintetiche; 3) pennelli in microfibra. I primi vengono utilizzati per applicare cosmetici in polvere libera o compatta ovvero cipria, fard e ombretti mentre quelli sintetici, sono l’ideale per stendere prodotti cremosi e pastosi quali correttori, fondotinta e fard in crema. Ciò perchè le setole antificiali attingono il prodotto senza assorbirlo, e quindi lo rilasciano interamente sul viso.

L’ultima novità in questo campo, sono i pennelli in microfibra che pur essendo sintetici, sono realizzati sfruttando la medesima tecnica utilizzata per lavorare le fibre ottiche, per cui hanno caratteristiche e funzioni simili a quelli muniti di fibre naturali. A seconda della loro forma sono utilizzati per uno scopo piuttosto che un altro.

Parliamo dei pennelli da occhi. Quello inclinato con la punta sottilissima è l’ideale per applicare l’eyelier in gel, quello piatto con setole morbide va bene per applicare l’ombretto sulla palpebra mobile, quello “a penna”, per applicare l’ombretto sulla piega dell’occhio e quello più folto per creare ombre e sfumature su tutta la palpebra. C’è poi quello a forma di scovolino, utile per prendersi cura delle ciglia, da utilizzare anche per applicare oli rinforzanti come l’olio di ricino usato proprio per infoltirle.

Per applicare il rossetto, si utilizzano invece pennelli più rigidi e piccoli, utili soprattutto per sfumare il prodotto e prolungarne la durata. Per quanto riguarda il viso, abbiamo i pennelli per applicare la cipria, che sono molto ampi e folti e possono sostituire il classico piumino e quelli per sfumare terra e blush, che possono essere angolati per evidenziare gli zigomi oppure piatti per applicare l’illuminante.

Ci sono poi quelli da fondotinta di varie tipologie: da quello piccolo e panciuto, a quello piatto fino a quello con setole bicolor, realizzato sia con setole sintetiche che con setole naturali, utile per garantirsi una stesura omogenea e priva di righe. Possiamo acquistarli singolarmente oppure prediligere il set completo, che presenta da un minimo di 6 a un massimo di 30 pennelli.

Nel primo caso, non sarà certamente una spesa per così dire low cost mentre nel caso del set, soprattutto sul web, è possibile trovare offerte vantaggiose e portarsi a casa una linea completa con tanto di porta pennelli in un’unica soluzione. Ma è sempre meglio iniziare, se simo principianti, da un set molto piccolo con al massimo 15 pennelli, lasciando quello da 20 o 30 ai professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *