Come Evitare Problemi Quando si Trapiantano le Piantine

Il trapianto è un momento molto importante perché le piantine subiscono forti cambiamenti. A volte, nonostante il trapianto venga eseguito bene, le piantine potrebbero subire in misura eccessiva l’arresto di vegetazione, che è inevitabile quando vengono prelevate a radice nuda. Diversi sono i sistemi per evitare o ridurre al minimo la cosiddetta crisi da trapianto.

Il terreno va annaffiato qualche ora prima, senza eccedere, altrimenti la terra scivola via completamente dalle radici. Le piantine non vanno estirpate, ma prelevate con l’apposito trapiantatoio, così da conservare un piccolo pane di terra; si allineano in una cassetta e si portano subito nel terreno già predisposto a riceverle. Si pongono in solchetti o buchette preparate in precedenza, con il colletto a livello superficiale, salvo particolari indicazioni relative alle esigenze di alcune specie.

Le piantine a radice nuda, derivanti da una semina molto fitta o acquistati in mazzetti presso un vivaio, vanno sistemate con il fusticino verticale e le radici ben distese, evitando che subiscano torsioni. Occorre fare molta attenzione a non selezionare le sottili radichette capillari, perché a esse è soprattutto affidata la funzione assorbente. Soltanto nei casi in cui le radici di tipo fascicolato sono eccessivamente lunghe, piuttosto che torcerle o piegarle, è preferibile cimarle leggermente.

Alcune specie dal fogliame ampio, si avvantaggiano inoltre della riduzione dell’apparato aereo. Se il terreno è asciutto, si immette nella barchetta dell’acqua appena tiepida, quindi si sistema la piantina e si chiude con la terra che va accuratamente compressa attorno al piede. Solo così le piantine rimangono stabili e le radici trovano le condizioni più favorevoli per attecchire e iniziare il loro lavoro.

Si può, riempiendo i solchetti o le buchette con del terriccio di ottima qualità, aiutare le piantine a radice nuda a superare la crisi. Il trapianto, soprattutto quando le piantine sono a radice nuda, va eseguito dopo il tramonto approfittando di giornate contro il cielo coperto. In caso le piantine denunciassero uno stato di appassimento, si proteggono dall’evaporazione con l’ombreggiamento, finché non si sono decisamente riprese.

Come Riparare Perdite Idrauliche

In condizioni di gelo, l’acqua spesso si gela all’interno delle tubature e, diventando ghiaccio, si dilata fino a provocare danni alle pareti delle tubature. Se ti trovi in difficoltà con una perdita idraulica, questa guida ti aiuterà a mettere in atto un primo intervento provvisorio. Nel caso di problemi con un rubinetto, è possibile invece seguire questa guida su Riparare.net.

Per prima cosa cerca di individuare velocemente la causa del danno idraulico. In genere le tubature di rame sono le più delicate e soggette a fessurarsi, mentre quelle di piombo sono in grado di dilatarsi maggiormente senza rompersi. Nella tubatura in piombo devi prima chiudere le fessure a piccoli colpi di martello e poi passare alla riparazione.

Per entrambi i tipi di tubatura, prima di procedere alla riparazione, devi prima svuotarla dall’acqua a meno che non sia gelata, altrimenti effettua la riparazione prima di sgelarla. Per sgelarla passa ripetutamente l’asciugacapelli lungo la tubatura, se invece la tubatura è fessurata, taglia un pezzo di metallo della misura sufficiente a coprire la fessura e infilalo nella tubatura.

Successivamente ferma la fasciatura appena realizzata in metallo con delle fascette del tipo ad anelli e viti. Se non ne hai a disposizione, attorcigliaci intorno del filo di ferro con delle pinze. Un altro metodo che puoi utilizzare per la riparazione è con lo stucco epossidico, speciale stucco da ricavare da due componenti adeguatamente miscelati, che indurisce non appena viene posizionato ed aderisce a qualsiasi metallo. Questa riparazione è abbastanza durevole e ti consentirà di avere il tempo per reperire un idraulico.

Come Evitare Muffa nel Frigorifero

Quando partiamo per una breve o prolungata vacanza, potremmo al ritorno, trovare qualche spiacevole sorpresa nel frigorifero o nella dispensa: cibi avariati, ammuffiti, scaduti, farfalline o insetti per la casa. Per evitare spiacevoli rischi di intossicazione ricordiamo alcuni procedimenti da effettuare prima della nostra partenza.

Prima di partire è buona abitudine eliminare dal frigorifero le confezioni già aperte, come per esempio le buste di latte, i succhi di frutta, vaschette di yogurt o conserve di pomodoro, scatole di tonno e sottoli. Se lascerete salumi avanzati prima di partire per le ferie, state certi che al vostro ritorno li troverete ossidati quindi, invece di gettarli al vostro ritorno potreste fare “un’opera di bene” dandoli al vostro cane o gatto (una volta tanto si può fare!).

Se contate di non mancare troppi giorni da casa e pensate di poter lasciare un cesto con la frutta al suo interno, ricordate prima di guardare attentamente se ci sono frutti un po’ marci. Eviterete così di dover buttare tutta quanta la frutta considerato che ne basta uno solo andato a male, che farà marcire anche gli altri.

Ricordate infine di controllare molto bene il portapane se non volete trovare la casa invasa da formiche, farfalline o addirittura scarafaggi. Se vi sono residui di briciole e mollichine, eliminatele prima di partire, poiché esse sono una delle attrazioni principali per gli insetti. La stessa cosa vale per l’immondizia. Non dimenticate MAI di gettarla prima di andare via.

Come Evitare Truffe su eBay

Acquistare su Ebay è molto semplice. Come semplice è rimanere vittime di una truffa. Se è la prima volta che hai deciso di fare acquisti su questo portale e sei inesperto allora leggi questa guida che ti insegnerà passo a passo come tutelarti, evitandoti brutte avventure.

Collegati al sito di Ebay e inserisci, nello spazio in alto a sinistra, il nome dell’oggetto che vuoi acquistare. A fianco definisci la categoria alla quale appartiene per facilitarti la ricerca. Seleziona il nome dell’oggetto che ti interessa tra i tanti trovati e apri la pagina di vendita relativa.

Adesso il primo accorgimento che devi fare riguarda il venditore. Tutte le sue informazioni ti compariranno a destra della pagina. Clicca sul nome del venditore per aprire la sua pagina personale. Adesso controlla qual è il suo punteggio di feedback dove c’è la voce feedback, per conoscere quali sono stati gli esiti delle scorse trattative (spedizioni e pagamenti) per vendite con utenti come te. Se vuoi vedere nello specifico le transazioni clicca sulla voce Vedi tutti presente in alto a destra della schermata a rotazione: Feedback più recente. Ovviamente più il punteggio è alto, più acquirenti sono stati soddisfatti e più ti puoi fidare. Ma non è abbastanza! Controlla anche la data di registrazione del venditore, sotto l’avatar presente in alto a sinistra.

Adesso torna alla pagina di acquisto dell’oggetto che ti interessa. Informati sul metodo di spedizione del pacco. Per fare questo, leggi le informazioni vicino alla scritta Spedizione. In alcuni casi il venditore mette a disposizione più scelte. Se hai la possibilità, scegli sempre Pacco Celere oppure Corriere Espresso, in questo modo il tuo pacco arriverà velocemente e sano e salvo a casa tua, senza la possibilità di rompersi come avviene con la posta ordinaria.

Ora guarda il metodo di pagamento preferito dal venditore, selezionando la scritta Mostra vicino a Dettagli dell’inserzione e del pagamento, presente in basso al centro. Successivamente clicca Vedi dettagli. Se il venditore propone carta Poste Pay rifiuta in quanto non sarai tutelato in alcun modo. Molto spesso i truffatori intestano carte a estranei che pagano per questo. Se propone invece bonifico bancario, vaglia postale o PayPal allora vai sicuro. In questo modo hai dei dati di riferimento della persona. Se però vuoi usare PayPal allora anche tu dovrai registrarti un account simile.

Adesso, prima di cliccare su Compralo subito o partecipare ad un’asta, fai delle domande al venditore. Per fare questo clicca su Fai una domanda al venditore nella tabella in alto a destra e chiedi quello che vuoi sapere sull’oggetto. Chiedi se è possibile parlare al telefono privatamente e, soprattutto, non scrivere con lui se non con la mail di Ebay. Difatti Ebay non tutela nessuno se le contrattazioni e/o altro sono avvenute fuori dal circuito Ebay.

Come Evitare lo Spam

La posta è uno dei migliori servizi che sia stato mai inventato su internet; peccato che il 90% delle mail che riceviamo sono spam o altro materiale inutile. Se anche tu hai un’indirizzo di posta elettronica conoscerai sicuramente lo spam; ma conosci anche come fare per liberartene? Io si: ti spiego come.

La principale arma che hai per evitare che la tua posta si riempia di spam è questa: evita di sperperare in giro per il web la tua posta elettronica. I siti che effettuano spam hanno spesso dei sistemi automatici che captano in giro per il web le poste elettroniche depositate su siti web, forum o blog e le immagazzinano come bersaglio delle proprie mail.

Rinuncia all’invio ed alla partecipazione delle noiosissime catene di sant’antonio: anche questo è un facile sistema utilizzato dagli spammer per aggiungere alla lista altri indirizzi mail da bombardare. Se proprio di queste cose non ne vuoi fare a meno, potresti sposare l’idea di creare un secondo indirizzo mail da usare per le cose futili.

Se hai la necessità di inserire su siti o blog il tuo indirizzo email (magari per essere contattato dalla clientela) potrai inserirlo sotto forma di immagine invece che testo: in questo modo non potrà essere captato dagli automatismi utilizzati dagli spammer.

Contatta i mittenti di email da te non desiderate dicendo di non voler ricevere più email pubblicitarie o di altro genere; in genere sulle email pubblicitarie vi è sempre la possibilità di cancellarsi dalle newsletter seguendo un link, ma se questo non è presente, basterà inviare una mail allo spammer scrivendo semplicemente: prego, cancellare questa email dalla vostra mailing list.
Se lo spammer continua sarà vostra premura segnalare le mail come spam.