Come Realizzare una Casetta per i Bambini

Vuoi fare felice tuo figlio costruendo una casetta tutta per lui? Allora questa guida spiegherà come costruirla in modo semplice e pratico. Oggi sul mercato sono disponibili casette già pronte, come quelle mostrate sul sito Coseperbambini.com, ma è possibile procedere con il fai da te. Leggi attentamente i passi della guida stessa, vedrai che otterrai un risultato valido. Il tempo di impiego per la costruzione si aggira sulle due ore.

La prima cosa che consiglio di fare è vedere dove dovrebbe essere costruita la casetta. Se hai un giardino è preferibile posizionarla vicino un albero ben robusto. Dopo aver scelto la posizione più adatta, livelliamo il terreno con una vanga, battendo sulla terra stessa per compattarla ancora di più. A questo punto, prendiamo un seghetto e il cartongesso, tagliamo le pareti della casetta, con le misure che desideriamo, facendo in modo di posizionare anche una finestra su una delle quattro pareti e una porta di ingresso. Tagliamo un altro pezzo per la base del pavimento.

Finito questo lavoro, colleghiamo le quattro pareti di cartongesso con delle fibbie richiudibili in metallo, così in caso di pioggia, possono essere richiuse in se stesse. Quindi con il trapano a vite uniamole, dopo prendiamo la base per il pavimento e poggiamolo sulla porzione di terreno individuata e fissiamola al terreno con dei rampini ben robusti.

desso, prendiamo le pareti e poggiamole sopra la base del pavimento, applicandole solamente con delle asole poste nel perimetro delle stesse. A questo punto, prendiamo una bomboletta spray e coloriamo tutte le pareti della casetta del colore che preferiamo. Ora, all’interno, disegniamo il pavimento, iniziando dalla parte più esterna, sin quando usciremo dalla porta di ingresso. Prendiamo un pennello e con una vernice colorata, disegniamo dei mattoncini, come fosse un vero pavimento. Finito il lavoro, facciamo asciugare il tutto. La casetta estiva è stata realizzata. Adesso non ci resta altro che consegnare le chiavi di casa a nostro figlio.

Come Decorare Ceramica con Pasta di Pane

Hai già visto in precedenza con la mollica di pane, ben impastata e verniciata, acquista l’aspetto della ceramica e della porcellana; per questo motivo essa si presta perfettamente per la decorazione di oggetti di questo tipo, formando con essi un tutt’uno omogeneo.

Prendi una piccola quantità di pasta, stirala e ponila sopra lo stampo per le foglie. Premi la pasta per imprimervi le nervature e, nello stesso tempo, per modellare il contorno. Stringi tra le dita la piccola foglia nella parte inferiore per completare la modellatura. Per realizzare i fiorellini, taglia a croce con le forbici una estremità di un pezzetto di pasta.

Separa con il punzone i petali che compongono il fiore, modellando con le dita il calice. Con lo stesso procedimento realizza le foglie e i fiori che ti serviranno per decorare il vaso. Applica sul vaso la colla, creando una curva molto aperta. Fai con la pasta un piccolo rotolino e applicalo sopra la colla precedentemente stesa sul vaso. Servendoti del punzone e della colla, applica sul ramo le foglie.

Sempre con l’aiuto del punzone, incolla anche i fiori. Inizia adesso a dipingere il tralcio, applicando sulle foglie il colore verde. Prosegui dipingendo i petali dei fiori. Quando i colori si saranno asciugati, applica sulla superficie una mano di vernice diluita in alcol, per dare lucentezza alla decorazione floreale.

Come Arredare la Casa con i Tappeti

Decorare un appartamento con dei tappeti può sembrare una passeggiata. Eppure, per utilizzare questi “accessori” straordinariamente utili e funzionali bisogna utilizzare la ragione prima del gusto personale. Vediamo come evitare di commettere errori banali ed a volte pericolosi nella disposizione dei tappeti.

Un tappeto, con fantasia e soprattutto con attenzione, può cambiare in pochi secondi l’aspetto di un soggiorno o di un bagno. Oltre a decorare, i tappeti hanno una precisa funzione, come è facile constatare pensando al classico “scendi-letto” che ti accoglie, caldo e morbido sotto i piedi scalzi, appena sveglio.

I tappeti sono però anche una delle maggiori cause di incidenti domestici, soprattutto quando sono posizionati in aree della casa di elevato passaggio: vicino le porte, di fronte al divano, (etc.). Questa osservazione dovrebbe portarti a riflettere attentamente su come e dove mettere il tappeto nel tuo appartamento.

Individua le zone “di passaggio” della casa e, quando possibile, evita di disporvi i tappeti. Se proprio ne senti la necessità, cerca di fermarne almeno uno o due angoli con il peso di altri elementi dell’arredamento: comodini, tavoli, cristalliere, (etc.). Considera anche che, su pavimenti molto scivolosi (come il parquet) i tappeti sono un rischio anche in zone di medio e basso passaggio. Per concludere, disponi i tappeti più facili da lavare (piccoli e non troppo delicati) vicino alla porta, luogo in cui notoriamente i tappeti si sporcano di più, in modo da non dover sudare sette camicie per farli tornare puliti.

Come Decorare la Casa con Uova Gioiello

Procurati delle uova in polistirolo sia piccole che grandi, e dopo avere fatto un buchino alla sommità dell’uovo nel centro, infila un capo del filo di passamaneria del colore e dello spessore che preferisci e fissalo con uno spillo; per un uovo grande(cm 13 circa di altezza) è preferibile della passamaneria grossa perchè cresce prima. Tieni l’uovo dalla parte bassa, e con il pennello passa la colla vinilica non diluita sulla prima metà dell’uovo.

Inizia, partendo dalla punta, ed avvolgi la passamaneria bella stretta, in modo circolare, schiacciandola con le dita, per farla aderire bene alla superficie dell’uovo. Per incollare la parte inferiore prendi delicatamente la sommità già rivestita, spennella di colla la parte bassa e prosegui posizionando la passamaneria come sopra; finisci di rivestire l’uovo fissando la parte finale del cordoncino in un buchino nella zona centrale inferiore dell’uovo.

A questo punto rifinisci l’uovo come meglio credi; puoi applicargli dei fiocchetti, dei fiorellini, degli strass, tutto quello che ti suggerisce la fantasia andrà benissimo. Completa l’opera fissando sulla cima dell’uovo, o un nastrino colorato eun filo di lenza trasparente abbastanza lungo da essere appeso al soffitto o ad una trave (oggettistica da soffitto), oppure su una finestra o ad una parete.

Un’idea brillante per le uova piccole è quella di rivestirle di paillettes colorate. Prendi uno spillino, infilaci una perlina colorata trasparente, poi una paillette e fissalo sull’ovetto, iniziando dal centro della sommità, poi continua in modo circolare, fino a ricoprirlo completamente. Prepara una piccola colonia di ovetti multicolori e a gruppi di tre disponi queste gemme preziose sulla tavola imbandita

Come Comportarsi Durante un Temporale

Se, durante un temporale, ci troviamo all’aperto o anche al sicuro nelle nostre case, ecco alcuni consigli su cosa fare. Un temporale può essere molto pericoloso per la nostra incolumità. Vi sono alcune cose che dovremmo assolutamente sapere e che vale la pena ricordare.

Se, durante un temporale, siamo in casa, chiudiamo porte e finestre. Non sono insoliti i casi di fulmini che entrano in luoghi chiusi, anche se ci sembra strano. Stacchiamo apparecchi elettrici, come televisioni, computer, modem e anche i telefoni fissi, che sono ottimi conduttori per i fulmini. Cerchiamo comunque di evitare attività che abbiano a che fare con apparecchi elettrici, come stirare, telefonare, ecc. Evitiamo anche l’acqua corrente, quindi meglio non fare docce e bagni e neppure lavare i piatti durante un temporale!

Se siamo fuori. Il pericolo maggiore, in caso di temporali, lo corriamo se siamo all’aperto. Evitiamo di rifugiarci sotto gli alberi, specie se sono isolati. Se proprio vi siamo costretti, per esempio perché stiamo camminando in un bosco, cerchiamo di evitare almeno quelli dalle cime più alte, privilegiando magari i cespugli del sottobosco. Cerchiamo di mantenere una posizione accovacciata, il meno possibile a contatto col terreno. Se siamo in altura cerchiamo di scendere il più velocemente possibile e di trovare un luogo più riparato. Se non possiamo farlo, accovacciamoci. Togliamo, se li indossiamo, gli oggetti metallici come collanine, braccialetti, orologi: il metallo è un ottimo conduttore di elettricità, come tutti sappiamo. Per lo stesso motivo, in montagna facciamo attenzione a picchetti, bastoni metallici e, in ogni caso, anche a ombrelli con la punta metallica. Se si è in comitiva, è meglio separarsi e non creare massa. Tenetevi lontani dai tralicci dell’alta tensione, dalle costruzioni alte e svettanti come i campanili, le torri, ecc.

Se si è in acqua. Se siamo dentro l’acqua, al mare, in un fiume o in un lago, ma anche in piscina, tiriamocene fuori al più presto: anche l’acqua è un ottimo”attira fulmini”. Allo stesso modo, allontaniamoci dalle rive. Se stiamo pescando, usciamo dall’acqua e non usiamo la canna da pesca, altro ottimo conduttore. L’auto è uno dei luoghi più sicuri in cui ci possiamo rifugiare, con i finestrini chiusi